Biografia

_LE_2866

Nato ad Adria nel 1972, Fabio Paggioro inizia lo studio del violino presso il Conservatorio di Musica “A.Buzzolla” della sua città, dove  si diploma nel 1994 con il massimo dei voti e lode sotto la guida del prof. Andrea Vio. Dal 1990 al 1996 segue i corsi di perfezionamento presso l’Accademia di Portogruaro e la scuola di musica di Fiesole con i maestri Z. Gilels, P.Vernikov e I. Grubert, dove è premiato  più volte con borse di studio. Dal 1997 al 2001 continua a perfezionarsi in Germania presso l’Hochschule “Hans Eisler” di Berlino sotto la guida dei Maestri Cristoph Poppen e Ulf Vallin. Si è imposto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui: 1°  premio “città di Genova” per strumenti ad arco, 2° premio “città di Acqui Terme” per musica da camera, 2° premio ” Rovere d’Oro di Imperia” per violinisti, 1° premio “città di Stresa” per musica da camera, 1°premio “città di Viterbo” per violinisti, 1° premio al concorso “città di Vittorio Veneto” per violinisti studenti, 1° premio SIAE di Roma per assegnazione di borsa di studio. Tra il 1994  e il 1996 svolge un’intensa attività cameristica che lo vede collaborare con numerosi artisti del calibro di P. Vernikov, W. Mendelshonn, A. Specchi, G. Sollima, P. Toso, M. Brunello, Bogdanovich , S.Cappelllini, D. Rossi e A. Rudin.Tra il 1995 e il 2002  collabora come spalla dei primi violini e spalla dei secondi nell’orchestra da camera di Padova e del Veneto. Dal 1999 al 2003 è stabile come spalla dei primi violini nell’orchestra Filarmonia Veneta “G.F.Malipiero” di Treviso. Nel 2003  svolge una collaborazione come spalla dei primi violini con l’orchestra del teatro Verdi di Trieste e nel 2005 come spalla dei primi violini con l’Orchestra dell’Accademia Santa Cecilia di Roma. Dal 1998 è spalla dei primi violini e solista nell’Orchestra  d’Archi Italiana dove collabora con insigni personalità quali il M° Mario Brunello, direttore artistico e principale dell’orchestra, A. Lonquich, M. Rizzi, G. Carmignola, M. Stockausen, P. Mayer, A. Lucchesini e D. Rossi. Con l’orchestra d’archi  Italiana ha suonato, in Italia e all’estero, nelle più importanti stagioni e sale da concerto quali: Auditorium S. Margherita (Venezia), Teatro La Fenice(Venezia), Teatro Comunale (Treviso), Abbazia di Follina (Treviso), Teatro Eden (Treviso), Teatro  Accademico (Castelfranco V.to), Società concerti di Schio e Thiene, Teatro Olimpico (Vicenza), Teatro Comunale (Belluno), Abbazia Sesto al Reghena (Pordenone), Teatro Comunale Verdi (Pordenone), Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Teatro Verdi (Gorizia), Teatro Verdi (Trieste), Teatro Verdi (Padova), Auditorium Pollini (Padova), Teatro Salieri (Legnago), Auditorium S. Nicolò  (Chioggia), Teatro Toniolo (Mestre), Teatro Comunale (Ferrara), Teatro Comunale (Bologna), Sala Absidale “S.Lucia” (Bologna), Teatro Studio (Milano), Società del Quartetto Sala Verdi del Conservatorio (Milano), Teatro Dal Verme (Milano),  Auditorium “San Gottardo” (Milano), Unione Musicale Sala Verdi del Conservatorio (Torino), Auditorium dell’accademia di musica (Pinerolo), Stagione concertistica (Bose), Festival di Musica da Camera (Cervo), Teatro comunale (Alessandria),  Teatro Alfieri (Asti) Teatro Toselli (Cuneo), Auditorium San Barnaba (Brescia), Teatro Reggio Emilia, Teatro Regio (Parma), Auditorium Paganini (Parma), Teatro Comunale (Modena), Teatro Bonci (Cesena), Teatro Alighieri (Ravenna), Teatro Fabbri (Forlì),  Teatro Rossini (Pesaro), Teatro Rossetti (Vasto), Abbazia di San Galgano (Siena), Teatro Verdi (Firenze), Teatro La Pergola (Firenze), Teatro del Giglio (Lucca), Teatro Verdi (Pisa), Teatro Manzoni (Pistoia), Teatro Comunale (Città di Castello), Teatro  Verdi (Terni), Università La Sapienza (Roma), Auditorium “Santa Cecilia” via della conciliazione (Roma), Auditorium “Santa Cecilia” parco della musica (Roma), Teatro Palladium (Roma), Teatro delle Palme (Napoli), Teatro  al Castello (Roccella Jonica), Auditorium Politeama (Palermo), Teatro Verdi (Sassari), Hercules saal (Munchen), Gasteig (Munchen), Musical Dome Koln (Koln), Hofburg (Vienna), Bunka Kaikan (Tokyo), Suntory Hall (Tokyo), Opera City Concert Hall (Tokyo),  Sapporo Concert Hall (Sapporo), Kyoto Concert Hall (Kyoto).
Ha inoltre inciso numerosi CD per l’etichetta giapponese JVC tra cui Nostalghia di Toru Takemitsu per violino e archi come solista, e ha collaborato a fianco del M° Harada con la Tokyo Sinfonietta. Ha inciso per la Deutsche Grammophon in quartetto  d’archi con il M° Marco Rizzi, il M° Danilo Rossi e il M° Mario Brunello musiche di L.v.Beethoven per il film “Lezione 21″ di Alessandro Baricco, produzione Fandango.

E’ stato invitato dall’Orchestra “gli Archi della Scala” come solista per il doppio concerto di F.Mendelshonn insieme al pianista Massimiliano Ferrati con il quale ha anche fondato il TrioLogìa, formazione cameristica che, con il violoncellista Luca  De Muro, ha già suonato per numerose società da concerto ricevendo critiche positive, ed in particolare dal M° Sergio Perticaroli, M° Dario De Rosa, M° Kostantin Bogino, dal M° Christoph Poppen e dal M° Mario Brunello.

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi